CONTROLLO DELL'E-BIKE
ECCO COME PREPARARE LA TUA E-BIKE PER L'ESTATE


Ci siamo lasciati alle spalle le prime calde giornate primaverili. È giunto il momento di preparare la tua e-bike all’estate. In questo articolo del blog ti spieghiamo a cosa dovresti prestare attenzione durante il controllo completo della tua e-bike FIT.

Il primo giro in e-bike della nuova stagione è sempre qualcosa di speciale. Per mesi abbiamo atteso questo momento e nei freddi giorni invernali forse abbiamo già programmato qualche tour per l’estate. Quando finalmente arrivano le prime giornate calde, tutto dovrebbe funzionare senza intoppi. Affinché tu sia pronto al meglio per i primi giri con la tua bicicletta elettrica, abbiamo elaborato qui una guida per il controllo primaverile ottimale per l’e-bike.

MANUTENZIONE DI BASE

Quando un’e-bike è stata parcheggiata per mesi in garage o in cantina, come ogni bicicletta è necessario innanzitutto eseguire una certa manutenzione di base. È vero che probabilmente la bicicletta elettrica è stata pulita già prima di metterla via a fine autunno ma, dopo sei mesi di inattività, sarà felice se la pulirai e ti prenderai cura di lei a fondo ancora una volta. Puoi eliminare lo sporco grossolano usando un secchio, una spazzola e uno straccio. Inoltre, presso i rivenditori specializzati è ora disponibile un’ampia scelta di prodotti per la pulizia o la protezione della tua Pedelec. Ora sono disponibili sul mercato anche prodotti speciali per la manutenzione delle e-bike. Attenzione: le parti sensibili come il motore, la batteria, i contatti della batteria o il display non devono bagnarsi. In questo caso si consiglia di effettuare la pulizia con un panno morbido per non arrecare danni.

CONTROLLO DELLE VITI

Dopo un’accurata pulizia, il passo successivo è controllare tutte le viti. Questo è importante perché una bicicletta è composta da numerosi componenti diversi. Se una vite non è inserita correttamente, nel peggiore dei casi ciò può comportare gravi conseguenze. Si consiglia quindi di controllare che i collegamenti a vite – ad esempio sul manubrio o sul reggisella – siano saldi e che non presentino ruggine. Per i componenti sensibili, in questa fase di lavoro è consigliabile utilizzare una chiave dinamometrica, in modo da poter impostare sempre esattamente la tensione consigliata dal costruttore. Controlla anche i raggi delle ruote e, se disponi del know-how necessario, regola la tensione con una chiave tiraraggi.

Attenzione: per la manutenzione di un’e-bike sono necessarie esperienza e conoscenze di base della meccanica. Per questo motivo, per le e-bike FIT ti consigliamo di effettuare il controllo primaverile dell’e-bike presso uno dei nostri partner FIT che operano presso un rivenditore specializzato. Qui trovi un elenco dei nostri partner per e-bike FIT.

CATENA E PIGNONI

Il passo successivo nella manutenzione dell’e-bike è il controllo della catena e dei pignoni. Verifica innanzitutto se i relativi componenti sono consumati. Questo è possibile con uno speciale calibro in grado di segnalare l’usura di catena e pignoni. Se i componenti sono ancora funzionanti, è necessario pulirli accuratamente. Per le catene esistono anche appositi dispositivi per la pulizia delle catene, ma è sufficiente un semplice spazzolino da denti. Alla fine si tratta di ingrassare la catena: per una funzionalità ottimale e una durata massima della catena sulla tua e-bike FIT, ti consigliamo l’uso di un grasso per catene di alta qualità.

Attenzione: se l’e-bike viene azionata con una cinghia al posto di una catena, valgono regole diverse. Sebbene in generale la cinghia richieda poca manutenzione, è necessario comunque controllarla. Se è sporca, per esempio, devi pulirla con dell’acqua. Inoltre la cinghia deve essere tesa sia durante il primo montaggio che dopo alcuni chilometri di marcia. Lo stesso vale anche dopo aver smontato la ruota posteriore.

CAMBIO

Il cambio è collegato direttamente alla catena e ai pignoni. Dopo la pulizia è quindi consigliabile testare anche il cambio di rapporto. La leva del cambio deve poter essere azionata facilmente, il cambio deve funzionare senza problemi e le marce non devono saltare. Nei deragliatori la tensione può essere regolata ad esempio con la vite della leva del cambio da cui fuoriesce il cavo. Anche sul sistema di commutazione stesso è possibile eseguire un tuning di precisione delle marce. Attenzione: anche in questo caso facciamo riferimento alla competenza del rivenditore specializzato, poiché la regolazione corretta delle marce richiede un po’ di pratica ed esperienza.

PNEUMATICI

Naturalmente il controllo primaverile per le e-bike comprende anche gli pneumatici. Dopo un lungo periodo di fermo, è molto probabile che i tuoi pneumatici non abbiano più sufficiente pressione e debbano essere gonfiati. La pressione corretta per il modello montato è riportata sul lato del tuo pneumatico. Qui i produttori indicano sempre i valori minimi e massimi, inoltre sui siti Internet delle aziende di pneumatici spesso sono disponibili anche tabelle per determi-nare la pressione perfetta degli pneumatici in funzione del rispettivo peso del sistema (condu-cente più e-bike). Prima di gonfiare gli pneumatici, controllare che il battistrada non presenti possibili forature, inoltre è necessario controllarne l’usura. Se lo pneumatico è troppo danneg-giato, è consigliabile montarne uno nuovo.

LEGGERO

La luce è in realtà un tema autunnale e invernale, ma anche in primavera e in estate le condizioni di visibilità e il buio sono difficili. Questo vale in particolare per le S-Pedelec, che devono essere azionate sempre con le luci accese. Di conseguenza, anche l’impianto d’illuminazione deve essere sottoposto a un controllo primaverile. Nel caso delle ruote elettriche con un impianto d’illuminazione alimentato dalla batteria, è consigliabile controllare in particolare i cavi tra l’unità d’illuminazione e la batteria. In questo caso i problemi possono essere la penetrazione d’umidità o la ruggine. Lo stesso vale per una luce attivata da una dinamo. Se la dinamo è difettosa, è necessario sostituirla. Se sull’e-bike sono montate luci ricaricabili con la batteria e a batteria, puoi stare tranquillo: la manutenzione è semplice, perché dovrai semplicemente sostituire le batterie o ricaricare la batteria. Se il dispositivo di illuminazione è rotto, sostituirlo con uno nuovo ed eliminare quello vecchio. Attenzione: A causa dei componenti elettronici e delle batterie, si tratta di rifiuti speciali che possono essere smaltiti solo in luoghi adeguati.

IMPIANTO FRENANTE

La verifica dell’impianto frenante è più complessa. Innanzitutto, l’impianto frenante dovrebbe essere azionato con facilità. L’olio penetrante nei cavi dei freni può aiutare ad allentare nuovamente i cavi dei freni difficili da raggiungere. Tuttavia, se i cavi dei freni sono vecchi, è necessario sostituirli. Qualora ciò avvenga, è consigliabile consultare un esperto, poiché questi lavori richiedono esperienza e know-how. Inoltre, l’impianto frenante dovrebbe esercitare un’azione uniforme, in modo da non creare squilibri in termini di bilanciamento dei freni. Anche le pastiglie dei freni richiedono un controllo accurato. Nei freni sul cerchio, le tacche nelle pastiglie indicano se hanno ancora materiale a sufficienza. Se le tacche non sono più visibili, è necessario sostituire urgentemente le pastiglie dei freni. Anche il controllo dei freni a disco deve essere effettuato regolarmente da un esperto. La sostituzione delle pastiglie è piuttosto complessa, inoltre i sistemi frenanti idraulici possono aspirare aria e devono essere sfiatati in officina.

MANUTENZIONE DELLA BATTERIA

Dopo aver eseguito la manutenzione di base della bicicletta, passiamo ora alle particolarità delle e-bike. Dopotutto, anche i componenti elettronici della tua Pedelec devono funzionare senza problemi nei mesi successivi. Iniziamo con la batteria: prima del primo utilizzo, l’e-bike deve naturalmente essere ricaricata completamente. Questo è tanto più vero se si considera che, secondo le raccomandazioni del produttore, durante l’inverno la batteria era probabilmente carica solo per metà (e-bike FIT consiglia ad esempio uno stato di carica dal 20 all’80 percento per la massima durata). Ma non è sufficiente: affinché la batteria funzioni in modo ottimale, deve essere anche pulita. I punti di contatto non devono sporcarsi, per esempio puoi ingrassarli con un po’ di grasso conduttivo. Se desideri controllare ulteriormente la batteria, puoi farlo presso il tuo rivenditore specializzato FIT: i nostri partner dispongono di appositi apparecchi di prova per batterie FIT, che indicano esattamente l’efficienza della tua batteria.

Scopri di più sulla manutenzione delle batterie delle e-bike.

SISTEMA E SOFTWARE

Andare dal rivenditore specializzato è utile anche per aggiornare il sistema per e-bike FIT e il software per e-bike FIT. I nostri rivenditori FIT dispongono, ad esempio, dell’officina mobile FIT: questa riunisce tutti gli utensili meccanici e digitali in un unico luogo e consente al rivenditore di collegare l’e-bike, controllandola in un batter d’occhio e leggendo le informazioni necessarie relative al software e al sistema.

CONTROLLO PRIMAVERILE DELL'E-BIKE FIT

1. Pulizia profonda

2. Manutenzione dell’e-bike

3. Viti e collegamenti

4. Manutenzione di catene e pignoni

5. Cambio

6. Pneumatici

7. Impianto d’illuminazione

8. Impianto frenante

9. Batteria e motore

10. Software e sistema

21.05.2021